uae emirates

Aru e Formolo al Tour, Conti e Ulissi al Giro: la UAE ha svelato i piani del 2020

Così come fatto dalle altre squadre nelle ultime settimane, la UAE Team Emirates ha annunciato la distribuzione dei suoi big nei Grandi Giri.

Nessuna novità per quanto riguarda Fabio Aru. Il sardo, alla ricerca di una rinascita, sarà al via del Tour de France. Al suo fianco, ci sarà però Davide Formolo: per il veronese si tratta di una scelta quasi obbligata in base a come l’Uci ha rimodulato il calendario, collocando il Giro d’Italia in parallelo con le classiche del Nord, che Formolo (specie le Ardenne) ha messo da tempo nel mirino.

Formolo andrà dunque a caccia di qualche acuto sulle strade di Francia per preparare al meglio la Liegi-Bastogne-Liegi e chiudere la stagione, così come Aru, alla Vuelta.

Sempre al Tour, vedremo il baby-prodigio sloveno Tadej Pogacar. Grandissima curiosità per lo scalatore che l’anno scorso è esploso alla Vuelta con un magnifico 3° posto.

Al Giro d’Italia, saranno invece schierati Valerio Conti e Diego Ulissi: entrambi troveranno terreno amico nelle diverse tappe del Centro-Sud in cui la carovana stazionerà per tutta la prima parte di corsa.
Sempre al Giro, rivedremo le fulminanti volate del colombiano Fernando Gaviria, che potrà farsi largo nel gruppo con il supporto del veterano Richeze, e lo statunitense Dombrowski, che finora non ha saputo esprimere quanto di buono lasciava presagire da dilettante.

Il Team Principal di UAE, Mauro Gianetti : “Siamo accorti ma ottimisti. La solidarietà all’interno della squadra è stata un gran valore durante questo periodo e ci piacerebbe che continuasse a esserlo anche in vista del ritorno alle corse. Il team, dietro alle quinte, ha svolto un enorme lavoro, anche grazie al supporto dei nostri sponsor, per garantire un efficace protocollo di sicurezza per quando si riprenderà a gareggiare. La prospettiva di tornare presto a correre è entusiasmante per la squadra, per gli sponsor e per gli appassionati. Gli stessi atleti sono più motivati che mai per misurarsi con il nuovo calendario”.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

News recenti